Pagine

martedì 4 aprile 2017

Mario Miguel Moretta e i suoi splendidi paesaggi abruzzesi

Mario Miguel Moretta, "Reti dell'Adriatico", 1995, olio su legno, cm 50x60, collezione privata.

Mario Miguel Moretta
Mario Miguel Moretta, figlio di emigranti abruzzesi, nasce a Buenos Aires il 25 marzo 1954. Coltiva da sempre la passione per la pittura e sin da ragazzo ha modo di  allacciare amicizia con stimatissimi pittori vastesi quali Vincenzo Canci, Lucia Perrozzi Borghi, Peppino Casanova e Filandro Lattanzio.  Lavora  con onesto rigore e rara cura tecnica, coniugando riferimenti alla grande tradizione paesaggistica dell' Otto-Novecento con più attuali  intuizioni poetiche: nelle  sue vedute ariose e cristalline  campeggiano, talvolta,  sculture celeberrime già  consegnate  alla Storia dell'Arte, enucleate con il piglio accorto dello studioso in una sublimata, trasognante dimensione luministico-spaziale.
Mario Miguel Moretta, "Punta Aderci", 1981, olio su legno, cm 40x30, collezione privata.
La sua è una pittura di realtà  non  legata strettamente al dato oggettivo, più verosimilmente  costituisce  un mezzo ineffabile per  afferrare  lampi di inusitata significatività nelle cose.

G. Rosato



Per approfondimenti:



http://paesaggiomoderno.altervista.org/home.php

Nessun commento:

Posta un commento