Pagine

domenica 2 aprile 2017

Vincenzo Di Bussolo, passione e colore.

"Cattedrale di Vasto, dopo la pioggia in una giornata primaverile, con i balconi in fiore", olio su tela.

Vincenzo Di Bussolo
Vincenzo Di Bussolo, vastese, autodidatta, classe 1950.
La sua passione per la pittura ha inizio sui banchi della scuola elementare.
Il trasferimento a Milano da giovane, per motivi di lavoro,  lo ha avvicinato al mondo dei grandi artisti.
Dopo la lunga permanenza in Lombardia, la svolta avviene con il suo rientro a Vasto e con l’incontro con il pittore Ennio Minerva, che Di Bussolo considera come suo maestro.

A Luglio 1998 così commentava la mostra di Di Bussolo il suo maestro Ennio Minerva:
“Vincenzo Di Bussolo, nel suo solitario colloquio con la natura, scopre il mondo di fronte a lui e nella visione magica delle cose trova una nuova immediata espressione. La sua segreta vocazione lo pone in situazioni di ricerca continua perché egli ha davanti a sé solo se stesso, la natura ed i suoi mezzi espressivi. La sua coscienza intellettuale ne fa una specie di portavoce della sua attività artistica e della natura che le appartiene. Ne deriva un commovente Realismo schietto e una candida semplicità della descrizione, perché il suo processo di assimilazione del mondo esterno si attua a un livello puro. Ma ne deriva anche l'intensità espressiva con cui egli esprime il suo mondo, che dipinge in tutta semplicità, nell'atmosfera magica del Reale".

Negli ultimi anni Vincenzo Di Bussolo ha tenuto molte mostre personali, tra cui le tradizionali  personali estive nel foyer del Politeama Ruzzi.



Per approfondimenti:









Nessun commento:

Posta un commento