Pagine

mercoledì 9 agosto 2017

Olga Pavilovska, in arte Blumental. “Trabocco di Vasto”.

Olga Pavilovska -  Blumental, “Trabocco di Vasto”, acrilico su tela, collezione privata.



Olga Pavilovska -  Blumental (Lettonia)
“Trabocco di Vasto”
Acrilico su tela
Collezione privata.




Olga Pavilovska, artista lettone conosciuta con il nome d’arte Blumental, da tempo vive ed opera a Vasto. 
Nel 2013 ha esposto presso la Sala Mattioli (20-27 settembre) ed ha subito conquistato i favori del pubblico ed il giudizio lusinghiero delle critica. Al suo attivo ha numerose mostre personali, a Termoli sin dal 2004, e molti riconoscimenti e premi, tra cui, nel 2007 quello di San Gemignano, al concorso promosso dal Giornale "Premio Arte". 
Caratteristica la ricca produzione artistica, con particolare predilezione alla ritrattistica, dove ha dimostrato notevoli risorse estetiche legate a quella corrente figurativa con eccezionali accostamenti cromatici.
Nei ritratti, infatti Olga Pavilovska, Blumental, si distingue per la spiccata suggestione che riesce ad esprimere e per la aderenza alla figura, come possiamo riscontrare nel ritratto commissionato dall'Arcivescovo Metropolita Chieti Vasto Mons.Bruno Forte, raffigurante Papa Giovanni Paolo II, in occasione della visita pastorale della Diocesi in Vaticano, nel 2013. 
Fra i più significativi ritratti eseguiti dall'artista quelli del comandante generale delle Capitanerie di Porto, ammiraglio Angrisano, per la sua investitura; quello dell'Arcivescovo di Campobasso Mons. Bregantini; del presidente regionale FIGC Molise Piero Di Cristinzi. 
Nell'arco di 14 anni di attività artistica Blumental (Olga Pavilovska) ha eseguito oltre mille ritratti e più di ottocentocinquanta vedute paesaggistiche, tutte aderenti alla figurazione per dare valore alla proiezione della figura umana in particolare. 

Elementi essenziali per la pittrice supportati da impulsi artistici di notevole rilevanza, coordinati e regolati da aspetti visivi di latente equilibrio espressivo, sempre aderente alla realtà. 
Olga Pavilovska si è laureata in pedagogia a Riga ed è diplomata con il massimo dei voti all'Accademia di Belle Arti nella capitale lettone. 

Inevitabilmente, soggiornando a Vasto, si è innamorata del panorama e delle bellezze paesaggistiche della riviera e della costa in particolare, cimentandosi nella interpretazione di alcuni aspetti suggestivi della presenza dei caratteristici "trabocchi", dipingendone alcuni grazie alla pregevole espressività, nella magia del cromatismo, con riflessi poetici , all'applicazione di una tecnica costruttiva immersa in bagliori che ne impreziosiscono l'immagine. 
Un'artista che ama adoperare tecnica e cromatismo lirico, che sa impreziosire il dipinto in una dimensione armonica e prospettica che costituiscono gli elementi essenziali validi per configurare l'ispirazione, pittorica dell'artista amante della regalità creativa della tradizionale pittura del “segno", nella accezione della sublimazione dell'immagine. 

Peraltro, la visione della natura nel gioco dei colori (come si può notare nel dipinto del "Trabocco") in Blumental (Olga Pavilovska) assume un aspetto ricco di toni lucenti, colti nella magica atmosfera impressionistica, nella caratteristica estensione dell'orizzonte che induce a soffermarci con gioia a contemplare gli effetti ideali del mondo circostante. Che l'artista ha saputo interpretare e rappresentare mirabilmente. 

Giuseppe Catania








Nessun commento:

Posta un commento