Pagine

martedì 1 maggio 2018

Aldo D'Adamo, “Monumento all'Emigrante", 1986.

Aldo D'Adamo, “Monumento all'Emigrante, 
1986, Largo Belvedere Romani, Vasto (da www.aldodadamo.it).



Aldo D'Adamo (Ortona, 1928 – 1990)
“Monumento all'Emigrante”, 1986
Bronzo
Largo Belvedere Romani, Vasto.
Inaugurato il 3 agosto 1986 e riposizionato nel giardino retrostante il 23 agosto 2007.

Aldo D'Adamo, “Monumento all'Emigrante" (foto C. Ciancio)


Promotore fu il compianto Comm. Silvio Petroro, ideatore e presidente dell'Associazione Pro Emigranti Abruzzesi.

Aldo D'Adamo, “Monumento all'Emigrante", prima collocazione,
 a dx Silvio Petroro
(foto da www.associazioneproemigrantiabruzzesi.it)




Aldo D'Adamo, “Monumento all'Emigrante", prima collocazione, 
 a sx Silvio Petroro
(foto da www.associazioneproemigrantiabruzzesi.it)





Aldo D'Adamo
Aldo D'Adamo nasce ad Ortona nel 1928.
Si avvicina all'arte verso la metà degli anni '40, alla scuola di Giuseppe Massari, poi va a Torino, e quindi a Roma, dove apre uno studio in Piazza Barberini.
Nella Città Eterna, frequenta gli studi di Emilio Greco, di Pericle Fazzini e di Renato Brozzi ed espone in varie "collettive", insieme a Vespignoni, Guttuso, Mazzacurati, Monachesi, De Chirico. Le sue personali a via Margutta, a Piazza di Spagna e a Vigna Clara suscitano subito un grande interesse tra gli intenditori e la critica più attenta. 
Conclusa la ricca esperienza romana, va in Venezuela, dove, a Caracas, gli si aprono le porte del Museo d'Arte Moderna, sotto il patrocinio del Ministero della Pubblica Istruzione di quel paese. 
Dopo aver innalzato i suoi giganteschi bronzi (i magnifici monumenti all"Emigrante', a "San Luigi Re di Francia", "Don Bosco" e alla "Famiglia") e collocato le sue opere in diverse importanti pinacoteche, chiese, gallerie pubbliche e private, intorno agli anni '70 torna in Italia, dove innalza altri superbi monumenti a Chieti, a Gissi, a Vasto, e si immerge in un intenso lavoro creativo.
Muore a Ortona nel novembre del 1990.



Di sue opere a Vasto si possono ammirare, oltre al monumento all'Emigrante, anche la Bagnante, 1979.


Aldo D'Adamo, “Monumento all'Emigrante", (foto C. Ciancio)


Aldo D'Adamo, “Monumento all'Emigrante" (foto C. Ciancio)

Aldo D'Adamo, “Monumento all'Emigrante" (foto www.piazzarossetti.it)


Aldo D'Adamo, “Monumento all'Emigrante" (foto C. Ciancio)


Aldo D'Adamo, “Monumento all'Emigrante" (foto C. Ciancio)


Aldo D'Adamo, “Monumento all'Emigrante" (foto C. Ciancio)


Aldo D'Adamo, “Monumento all'Emigrante" (foto C. Ciancio)


Aldo D'Adamo, “Monumento all'Emigrante" (foto C. Ciancio)


Iscrizione frontale “Monumento all'Emigrante" (foto C. Ciancio)


Iscrizione laterale “Monumento all'Emigrante" (foto C. Ciancio)


Aldo D'Adamo, “Monumento all'Emigrante"



Aldo D'Adamo, “Monumento all'Emigrante" (foto www.costieradeitrabocchi.it)


Per approfondimenti:












































Nessun commento:

Posta un commento