domenica 22 dicembre 2019

Sofya Abalmasova e la sua arte. “Vasto, Castello Caldoresco e piazza Barbacani”, 2019.

Sofya Abalmasova, “Vasto, Castello Caldoresco e piazza Barbacani”, 2019,  acquerello su carta Cotton 300 gr, cm 56×76, collezione privata.


Sofya Abalmasova (San Pietroburgo)
“Vasto, Castello Caldoresco e piazza Barbacani”, 2019
Acquerello su carta Cotton 300 gr, cm 56×76
Collezione privata.



Sofya Abalmasova
Sofya Abalmasova nasce a San Pietroburgo (Russia), città ricca di cultura e arte. 
Nel 1992 studia presso la scuola di moda nella facoltà di pittura su tessile. Si laurea all’Università RGPU A.I. Herzena di San Pietroburgo nella facoltà di Belle Arti e disegno tecnico.
Dipinge miniature per l’importante azienda di souvenir ADAMA di San Pietroburgo.
Lavora diverso tempo come pittrice in Norvegia per una galleria d’arte. 
Arrivata in Italia nel 2000, partecipa dal 2006 a molte estemporanee di pittura in Abruzzo e Molise, ricevendo diversi premi e riconoscimenti.


Nel 2007, in collaborazione con la Proloco e il Comune di Larino crea la mascotte simbolo del Carnevale di Larino, “Larinella”.

Sofya Abalmasova, “Rosone della Cattedrale di Larino”, 
olio su tela, collezione privata.


Nel 2008, sempre insieme alla Proloco e al Comune di Larino, organizza la prima estemporanea di pittura a livello nazionale. 
Dal 2010 a Larino, dove risiede, ha aperto “La bottega dell’artista”, un laboratorio in cui tuttora svolge attività artistiche di varie genere e dove organizza corsi di pittura rivolti agli appassionati di ogni età. I soggetti dei suoi quadri sono paesaggi, fiori, nature morte, segnati da uno stile rigorosamente accademico, ma nello stesso tempo fresco e vibrante, dove si possono ritrovare sapori e odori d’altri tempi.
Sono però i ritratti i lavori in cui esprime maggiormente la sua capacità di cogliere la spontaneità dei soggetti e catturare i lampi di luce degli sguardi. 


Sofya Abalmasova, “Autoritratto”, 
olio su tela, collezione privata.


Il suo talento la porta ad esplorare svariate tecniche che vanno dall’acquerello all’olio su tela, dagli acrilici alle ieratiche rappresentazioni di icone su legno o pietra in cui si fondono passione e nostalgia per la grande madre Russia.


Sofya Abalmasova, “Madonna con Bambino”, 
icona, collezione privata.


Sofya Abalmasova

Ritratti:





























Per approfondimenti:
https://www.facebook.com/bottegadellartista.sofiaabalmasova

https://www.facebook.com/Sofya-Abalmasova-1837031826549818/

https://www.instagram.com/sofyaabalmasova/?hl=it





Nessun commento:

Posta un commento