Pagine

martedì 16 maggio 2017

Juàn Del Prete, “Obra”, 1923.

Juàn Del Prete, “Obra”, 1923, tecnica mista, cm 60x80, collezione privata. 
Juàn Del Prete 
Giovanni (Juàn) Del Prete (Vasto, 5 ottobre 1897 - Buenos Aires, 14 febbraio 1987)

Di salda formazione figurativa e paesaggista, sperimenta l’astratto. Dopo essere emigrato in Argentina nei primi anni del secolo scorso, soggiorna a Parigi negli anni trenta e di nuovo a Buenos Aires, dove il suo eclettismo artistico gli attirerà la disapprovazione dei critici.
Il pittore, dallo spirito indomito, prosegue nella esplorazione di ogni mondo artistico immaginabile, facendosi paladino delle più significative e ardite correnti contemporanee, dal Fauvisme al Cubismo, dall’informale al Costruttivismo. Un cospicuo numero di opere, donate dall’artista alla pinacoteca vastese, testimoniano il profondo grado di conoscenza delle Avanguardie Artistiche del primo Novecento, con risultati che premiano il suo coraggio.

Raffaele Berardini



Per approfondimenti:



Nessun commento:

Posta un commento