Pagine

sabato 10 giugno 2017

Writers a Vasto

No Triv - murales in via S.Onofrio
Senza addentrarci  troppo sul fenomeno del graffitismo - sull’opportunità ed il buonsenso di dove esercitarlo, o delle relative conseguenze di carattere penale per l’imbrattamento, danneggiamento e vandalismo - esso è comunque una manifestazione sociale e culturale oramai diffusa ovunque.
Oggi viene comunemente definita street art, anche se molti addetti del settore non amano essere etichettati, proprio perché è una forma d’arte libera, trasgressiva, estemporanea, clandestina e semianonima. 
Queste opere vengono firmate mediante dei tag riconoscibili solo all’interno della loro cerchia, uno pseudonimo del writer, o anche mediante  il throw-up, un disegno stilizzato della propria firma.  Insomma un mondo artistico criptato.


Anche a Vasto da diversi anni si assiste a questa forma d’arte con raffigurazioni sia codificate, sia esplicite. 
In modo particolare queste opere sono visibili lungo via Sant’Onofrio, dove il muro che lo costeggia rappresenta una ideale pinacoteca a cielo aperto di svariate centinaia di metri, che ben si presta a questi artisti in bomboletta.

Per approfondimenti:





http://www.histonium.net/notizie/attualita/10097/spazi-fissi-per-liberare-larte-dei-writers-a-vasto-lanciata-la-proposta

Nessun commento:

Posta un commento